Vermicino. L’Italia nel pozzo

9694164.jpg

C’è un bambino nel pozzo! Che si può fare? Tiriamolo fuori, caliamoci un contorsionista, scaviamo un pozzo accanto. Mandiamo giù una corda, una tavoletta, qualcosa a cui si aggrappi. Cerchiamo uno speleolgo, un geologo, una trivella. Un piccone e una vanga. Intervengano i pompieri, la protezione civile, il club alpino italiano. Si giri, dottore, in favore di telecamera. Proviamo! Proviamo! Proviamo! Non facciamoci mancare nulla, nemmeno il piccolo sardo, come se fosse una barzelletta. Chissà se aveva anche il formaggio… Mandiamo giù un microfono, contattiamo il cameraman: si apra il circo, arrivino i fenomeni. Continua a leggere

La cattiva strada

81ONMk-kZsL.jpeg

Da che mondo è mondo l’uomo si interroga sul senso della vita, medita sullo scopo dell’esistenza, discute di massimi sistemi, discetta di clima umido, esamina le conseguenze dell’immigrazione sulle tradizioni dei padri, stringe forte la mano ai figli quando passa una zingara, spiega perché l’euro ci ha impoveriti (che è come prendersela con il kg che ci ha ingrassati), e soprattutto disputa attorno ad argomenti mai uguali, mai banali (Pezzali 2004). Continua a leggere

I difetti fondamentali

idf

Ho letto quattro racconti, l’ultimo a salti, il terzo anche. Non credo che ne leggerò altri, nonostante le mirabolanti promesse che campeggiano in copertina. L’arte del racconto al suo meglio. E vabbe’, lo so che non è colpa dell’autore, non decide lui cosa mettere in copertina, ma però a me mi danno una brutta sensazione lo stesso queste frasi. L’arte del racconto al suo meglio, insomma, e credo di averlo già detto, ma paroledel genere mi fanno pensare al mese di luglio, quando il Cagliari presenta Pablo Fernando Dettori Ibañez, detto Niño El Maciniño, introdotto dagli addetti ai lavori come il prototipo del calciatore moderno, una via di mezzo tra Beckenbauer, Figo e Beppe Baresi. Tempo tre mesi e il suddetto Niño viene mandato in prestito ai Leones de Sant’Agata – deve farsi le ossa, si dice –  e nessuno lo vedrà mai più. Continua a leggere