La cattiva strada

81ONMk-kZsL.jpeg

Da che mondo è mondo l’uomo si interroga sul senso della vita, medita sullo scopo dell’esistenza, discute di massimi sistemi, discetta di clima umido, esamina le conseguenze dell’immigrazione sulle tradizioni dei padri, stringe forte la mano ai figli quando passa una zingara, spiega perché l’euro ci ha impoveriti (che è come prendersela con il kg che ci ha ingrassati), e soprattutto disputa attorno ad argomenti mai uguali, mai banali (Pezzali 2004).E siccome io homo sum, humani nihil a me alienum puto, farei atto di supponenza se evitassi di pormi delle domande, una soprattutto: ma è più stracult (Giusti 1999, sempre sia lodato) la biografia di Fabrizio Corona o, mettiamo, La scuola cattolica di Edoardo Albinati? Insomma, senza scomodare Labranca (1994) e la sua definzione di trash (che non ho mai capito bene), è più trash la spazzatura che riconosciamo come tale – e buttiamo via senza remore – oppure quella che ci ostiniamo a tenere sul mobile all’ingresso, in bella mostra, finché un giorno ci rendiamo conto che nel secco (altrimenti detto frazione indifferenziata) starebbe molto meglio?

Mentre voi riflettete sul tema, io torno a leggere la biografia di Loredana Bertè.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...